Solitamente quando stipuliamo un Mutuo presso una Banca, tra le condizioni che favoriscono l’accettazione della richiesta di finanziamento, c’è la sottoscrizione di una polizza scoppio e incendio sulla casa.

L’assicurazione è collegata al Mutuo e assicura l’immobile da incendi e scoppi, e ne è beneficiaria la Banca, presso la quale accendiamo il Mutuo.

Quindi se cambiamo Banca e richiediamo la surroga del Mutuo non ha senso la polizza a favore della prima Banca.

Si dovrà chiedere il rimborso della parte di premio pagata ma non goduta, però al netto di oneri fiscali e previdenziali.

La legge Bersani prevede che le spese di assicurazione, anche in caso di surroga di un mutuo, siano sostenute dalla Banca.

I contratti delle polizze assicurative sui Mutui possono prevedere il cambiamento del beneficiario, quindi in questo caso, dovrebbe essere mutato il vincolo.

Ma può succedere che l’istituto di credito non accetti la voltura e richieda una ulteriore assicurazione sull’immobile.

Una soluzione potrebbe essere, inviare una lettera raccomandata A/R indirizzata alla compagnia di assicurazione,e per conoscenza anche all’ISVAP, e richiamare l’art  1899 del codice civile, modificato dalla Legge Bersani, che autorizza la rescissione del contratto anche di durata pluriennale e il rimborso del premio versato per il periodo non goduto.