La Banca Antonveneta fa parte del gruppo Monte dei Paschi ed offre la possibilità di sostituire il Mutuo acceso presso una Banca, che non appartenga a tale gruppo.

Il finanziamento è sia a tasso fisso che variabile,  con un importo che coincida con l’importo che deve essere erogato per estinguere il precedente mutuo. I Mutui di sostituzione devono avere almeno 7 mesi di anzianità e non avere rate arretrate.

Le rate possono essere mensili, trimestrali o semestrale se si sceglie un mutuo a tasso fisso, e rate mensili e trimestrali per il Mutuo a tasso variabile.

L’ipoteca sarà trasferita grazie alla surroga dalla prima Banca al gruppo Monte dei Paschi.

Il piano di ammortamento verrà deciso all’atto della stipula del contratto di Mutuo.

Così il mutuatario non dovrà sostenere nuovamente il pagamento dell’imposta sostitutiva, continuando ad usufruire delle detrazioni fiscali degli interessi passivi.

Non ci sono spese di istruttoria né spese notarili, sono questi i principali vantaggi dell’offerta Mutuo di sostituzione di Antonveneta.

I documenti necessari per la richiesta del Mutuo di sostituzione sono il Cud, il 730 o il Modello Unico;

il certificato catastale relativo all’immobile ipotecato, per controllare il grado dell’ipoteca e la presenza di trascrizioni pregiudizievoli; sono necessarie anche le planimetrie della casa;

la documentazione notarile di almeno venti anni sempre relativa al fabbricato e ai passaggi di proprietà e rogiti.