Mutui e prestiti vanno a braccetto. Inutile dire che è un trend negativo.

L’ultima fotografia è quella di dicembre, che mostra come i prestiti vadano oramai all’indietro nel nostro paese invece che crescere. Benché infatti i tassi d’interesse calino, rimane fermo il mercato che assesta un bel -1,2% per i prestiti alle famiglie contro il +1,5% del mese scorso.

Calano anche i prestiti alle aziende non SPA, lasciando dunque gli imprenditori piuttosto preoccupati.

Una maledizione dunque, una scure che colpisce e fa preoccupare anche Bankitalia che ammette che la sofferenza delle banche non è indifferente a questi trend oramai negativi. Occorre dunque cambiare le correnti, ma non sarà facile: l’ipotesi che questi dati traballino ancor di più nel 2014 è decisamente alta. Vedremo se il nuovo plafond casa sarà in grado di dare una spinta

eurirs