eurirs

Il tasso medio su un mutuo stipulato per un periodo di ammortamento di trent’anni, è sceso al livello più basso degli ultimi quarant’anni, dal 1971.

Il tasso del mutuo, secondo Freddie Mac, è sceso al 4,15 % rispetto ad un 4,32 %, dato che risale solo alla settimana scorsa. Precedentemente il valore del tasso era attestato sulla percentuale del 4,17, e ci stiamo riferendo al mese di novembre. La media sui 15 anni di mutuo stipulato a tasso fisso, si è presentato come record alla percentuale del 3,36 %. Quindi siamo da tre settimane che ci indirizziamo ad  un trend verso il basso.

Solitamente i tassi ipotecari vanno calcolati sul rendimento decennale, secondo le note del Tesoro.

Insomma viste le continue incertezze delle borse e del mercato ad esso legato, ed anche delle economie di molti paesi legati all’Eurozona, il tasso fisso è la scelta più conveniente, ancora una volta. Ma è comunque  difficile prevedere l’andamento dell’economia dell’Europa.

Gli Eurirs, cioè i parametri necessari per la stipula di un mutuo, della surroga o anche di un finanziamento, a tasso fisso, sono scesi molto. L’Irs a venti anni, quello utilizzato per la stipula di mutui ventennali, oggi è appunto sul 3,3 % rispetto ai dati scorsi, 4,16 di aprile.